Come staccare e attaccare la carta da parati

0

carta da paratiVi guardate attorno e non siete più soddisfatti di quello che vedete? Volete cambiare aspetto alla vostra casa andando ad operare sulla carta da parati andando a staccarla? Questo potrebbe essere un dubbio ricorrente nel momento in cui decidete di ristrutturare una particolare stanza della vostra abitazione. Se la domanda che aleggia nelle vostre menti è “come devo fare a staccare la carta da parati?”, allora siete nel posto giusto, perché insieme ci divertiremo a scoprire come dare vita a questa attività fai da te.

Quando si prende coscienza di voler effettuare delle modifiche, cambiare i colori o la carta da parati alle pareti ci sono alcune semplici azioni da seguire. Di seguito capiremo cosa fare, dividendo il lavoro per fasi e azioni da compiere; la prima in assoluto sarà staccare la carta da parati in uno dei seguenti modi:

– Bagnate il muro;
– Staccate la carta a secco;
– Usate aceto;
– Affidatevi alla vaporizzatore.

Qualora vogliate staccate la carta a secco dovrete cominciare partendo dagli angoli, poiché in generale la parte superiore delle carte da parati si toglie con più semplicità e con una piccola dose di pazienza potrete rimuovere il tutto. Se tale opzione fosse però troppo difficile da portare a termine potrete affidarvi alle altre opzioni che sono molto più pratiche ma richiedono ugualmente molta accortezza e delicatezza.

Come procedere

Prima di tutto preparate tutto l’occorrente; ecco i materiali utili per rimuovere la carta con l’uso di acqua calda:

– Raschietto;
– Recipiente con acqua calda;
– Una grossa spazzola per attaccare la carta da parati.

Per iniziare dovrete immergere la spazzola nel recipiente con acqua calda e passarla su tutta la superficie per farla inumidire: cominciare così a staccare la carta aiutandovi con un raschietto per rimuovere i residui che rimarranno attaccati al muro. Va detto che questa azione richiederà un po’ di tempo e potrebbe creare polvere e disordine nella stanza, per questo è preferibile coprire il pavimento con giornali vecchi e ridurre così gli effetti legati alla sporcizia. Unendo aceto e acqua calda potrete agevolare questa operazione per migliorare il lavoro appena descritto; l’aceto ha infatti capacità di agevolare il distacco della colla.

Altra ipotesi è quella di usare una macchina che vaporizza, bisogna prestare massima attenzione nel momento in cui andate a staccate la carta da parati con il vapore, perché potrebbe essere un’operazione molto pericolosa. Prima di tutto dovrete vaporizzare una zona da staccare e lasciar agire prima di staccare energicamente la carta da parati: per farlo però indossate dei guanti e occhiali di protezione in modo da non mettere a rischio i vostri occhi con l’uscita del vapore.

Attaccare una nuova carta

 

Ecco che cosa serve per attaccare e tagliare la carta da parati:

– colla;
– forbici;
– matita;
– spazzola o pennellessa per applicare la colla;
– un metro a nastro;
– panno umido.

Prima di tutto valutate la lunghezza della carta da parati e stendetela su un piano da lavoro; prendete le forbici per tagliare la parte che vi serve, ricordando sempre di tenere una misura abbondante, almeno 10mm in più per la parte legata alle rifiniture e agli angoli. Dopo aver tagliato affidatevi alla spazzola o alla pennellessa per spargere la colla sulla carta da parati: lasciate i bordi al di fuori dal piano di lavoro per permette di non sporcare con l’uso della colla.

Adagiate il foglio sul braccio e fatelo scorrere cercando di farvi aiutare per attaccarla dritta, un passo che sarà alquanto ostico.

 

Come staccare e attaccare la carta da parati
Vota questo articolo

Share.