Come realizzare guanti all’uncinetto

0

guanti 3Il periodo più freddo dell’anno è dietro l’angolo: l’autunno è già inoltrato e nel giro di un mese potremo accogliere le glaciali temperature invernali. E tutti noi sappiamo bene che quando il freddo inizia a farsi sentire, bisogna correre ai ripari e cercare di proteggersi il più possibile: partendo da questa idea oggi vogliamo imparare insieme a voi come realizzare un bel paio di guanti caldi, il modo migliore per proteggere le proprie mani da screpolature e piccoli tagli dolorosissimi. Realizzare guanti all’uncinetto fai da te è un’attività molto semplice e divertente che vi richiederà però un po’ di sana pazienza, poiché è vero che si tratti di un’operazione semplice ed economica, ma è altrettanto vero che dovrete trovare grande affinità con ago e filo. Solo così potrete ottenere dei guanti che non avranno nulla da invidiare ai migliori modelli esposti nei negozi che avete sognato di comprare decine di volte. Iniziamo la nostra avventura!

Materiali utili:

– 50 grammi di morbida lana
– Ago per la lana
– Filati di colori differenti

guanti 4Per iniziare è opportuno avere almeno 50 grammi di morbida lana e avviare 25 catenelle (arrivare fino a 28 catenelle per ottenere una taglia grande), che sono la base per la nostra creazione: ricordate che ogni giro che verrà realizzato deve prevedere 2 catenelle, per poi proseguire con 24 punti bassi fino alla fine delle catenelle stesse. Seguendo questo dritta potrete continuare a muovervi per realizzare 17 giri a punto basso (se la mano è particolarmente lunga sarà necessario realizzare 18 giri). Nel momento in cui arrivate all’ultimo giro dovrete lavorare 4 punti bassissimi, continuando con 4 punti bassi, così da poter avere la chiusura nel momento in cui vi avvicinate al termine del giro stesso.

Terminato questo passaggio girare la vostra base e iniziare con una riga nuova: dal diciottesimo al ventottesimo giro dovrete continuare con dei punti bassi e potrete poi aumentare l’inizio e la fine del diciannovesimo giro con 2 punti bassi. Potrete poi andare a rifinire i vostri guanti con il classico punto gambero (solitamente usato per rifinire un capo, si lavora procedendo a ritroso) e cucire il guanto con l’uncinetto. E’ consigliato non cucire il buco che dovrà essere lasciato per il pollice: in questo caso dovrete realizzare il dito a punto basso, girando intorno all’apertura, continuando in base alla lunghezza del pollice stesso. Anche in questo caso per rifinire i guanti fai da te si opterà per un punto gambero. Potrete rifinire il lavoro usando poi fili di lana colorati con i quali decorare i vostri guanti, realizzando cuciture e abbinando colori.

Ricicla e crea

guantiIn alcuni casi potrete divertirvi a nutrire il vostro hobby partendo dal riciclo di vecchi capi o accessori: avete per esempio vecchi calzini di lana o cotone? In questo caso potrete trasformarli in divertenti guanti, affidandovi alla vostra creatività e all’abilità con ago e filo: ovviamente se si tratta di un capo in cotone capirete bene che lo scopo dei nostri guanti non sarà più quello di scaldare (come invece avviene con l’uso della lana), ma potrete realizzare un accessorio da sfoggiare per serate o eventi particolari, impreziosendo il vostro look. Se desiderate osare un pochino di più potrete anche reinventare un paio di collant di pizzo: potrete tagliare, cucire e aggiungere bordi anche incollandoli per dare vita a un nuovo paio di guanti unici nel loro genere.

Share.